Supertrail Paesaggio

Traversée de l'Estérel

Il Massiccio dell’Estérel, una delle principali attrattive della Costa Azzurra, deve la sua bellezza al tipico colore rossastro delle rocce che contraddistinguono questo ambiente selvaggio e desolato:  grazie alle sue numerose piste e sentieri è un luogo ideale per la mountain bike, ma è da ricordare che nel periodo estivo - complici le alte temperature e il conseguente rischio incendio - potrebbe esserne vietato l’accesso.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

La traversata del massiccio inizia da Saint-Raphael, addentrandosi con dolci pendenze verso il Mont Vinaigre (punto più alto del promontorio, riconoscibile dalla torre di osservazione) tra aridi pendii e sporgenze rocciose; dopo lo scollinamento nei pressi della casa forestale di Malpey, si continua tra gli eucalipti del Plan Estérel scendendo nella stretta gola del Perthus e transitando all’ombra dei curiosi pinnacoli del Rocher.

L’itinerario si dirige ora verso il Col du Mistral e il Col de Belle Barbe, incuneandosi poi nella valle del Mal Infernet dove dirupi, picchi e pareti di roccia si susseguono fino al pittoresco Lac de l’Ecureuil: quasi sempre in secca, con due vecchi ponti ormai crollati, sarà necessario attraversarne l’alveo per imboccare la difficile risalita del Ravin de la Couche de l’Ane.

Il sentiero, fatta eccezione per due brevi passaggi non ciclabili, è sempre pedalabile ma diviene più ripido e sconnesso salendo al Col de la Cadiere; l’ascesa continua poi facile fino al Col Notre Dame, dove l’anello attorno al Pic de l’Ours permette di percorrere su uno dei single track più divertenti della zona. Il tour prosegue ora sulla costa, mantenendosi per un lungo tratto in quota e offrendo ampi panorami che spaziano dal litorale frastagliato alle spiagge di Cannes e Antibes e, più in lontananza, alle vette delle Alpi.

Oltrepassati i colli di Trayas e Monges con alcuni repentini saliscendi, si perde definitivamente quota entrando nella Riserva Maure Vieil; le rupi del Vallon de Maupas anticipano gli ultimi chilometri asfaltati fino alla stazione ferroviaria di Mandelieu-la-Napoule; il rientro a Saint-Raphael avviene in treno percorrendo la suggestiva linea costiera della Corniche de l’Esterel (tariffe e orari su www.sncf.fr).

Punto di partenza:

Saint-Raphael, Rue Waldeck Rousseau, stazione ferroviaria.

Punto di arrivo:

Mandelieu-la-Napoule, Rue du Vieux Puits, stazione ferroviaria.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Rudy Project