Gravel Supertrail Paesaggio

Great Glen Way - Tappa 2 di 2

La metà più settentrionale della Great Glen Way racchiude tutte le difficoltà dell’intero tour, seguendo per intero il lago di Loch Ness con salite a ripetizione, sentieri senza fine e ambienti isolati: subito dopo Fort Augustus i primi strappi (prima Blairconard su asfalto e poi un ripido tratturo nel bosco) danno accesso all’agevole strada sterrata che ospita il bivio tra la panoramica “high route” e la più semplice “low route”, una scorciatoia che raggiunge Invermoriston con dislivelli ridotti.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

Seguendo la “high route” si sale con decisione su un largo sentiero dall’ottimo fondo ma dalle pendenze decisamente elevate fino al limitare del bosco: qui il trail procede con tortuosi saliscendi affacciati sul sottostante Loch Ness e garantendo i più bei panorami che si possano ammirare durante l’intera GGW. Di nuovo al limitare degli alberi, il sentiero si fa ora più tecnico e scosceso fino a collegarsi con la “low route” verso Invermoriston.

La seconda scalata, anch’essa piuttosto ripida, è invece asfaltata e culmina alla seconda deviazione tra “high” e “low route”: in questo caso è consigliabile continuare sulla via più bassa, scendendo su nel bosco e proseguendo poi su sterrato fino alle case di Alltsigh.

La terza salita, pedalabile e non troppo impegnativa, in vista dello scollinamento si ricollega con la “high route” (che nel frattempo ha esplorato una zona interna più impervia); la GGW procede quindi con un divertente single track fino a Grotaig e da qui, dopo una regolare salitella asfaltata, con la discesa sui sentieri del bosco di Clunebeg fino a Drumnadrochit.

Solo qualche chilometro di asfalto nella cittadina (la più grande incontrata nel corso della tappa) ed ecco la quarta, ultima e difficile ascesa: inizia con dei ripidi strappi in single track affacciati sul lago e prosegue con una mulattiera in gran parte pedalabile (anche se non mancheranno alcuni passaggi a piedi).

Incontrata una carrareccia le pendenze calano, allontanandosi progressivamente da Loch Ness e scollinando in una zona remota ed isolata: la discesa dura però poco, perché si torna subito a guadagnare quota con un dolce falsopiano tra single track, stradine secondarie e tratti sterrati.

A una dozzina di chilometri dalla conclusione ecco la discesa: le modeste pendenze e l’ottimo fondo del sentiero per Inverness garantiscono velocità e divertimento per almeno dieci chilometri fino alla periferia della città, dove seguendo prati e viottoli si ritorna sul Caledonian Canal.

Il fiume Ness e le isole omonime segnano quindi l’ingresso a Inverness, con la Great Glen Way che si conclude di fronte al castello, all’ombra della statua dell’eroina scozzese Flora Mcdonald.

Punto di partenza:

Fort Augustus, Swing Bridge.

Punto di arrivo:

Inverness, View Place, castello di Inverness.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project