Supertrail Paesaggio

Sella Ronda / Verso Antiorario + Impianti di risalita

Negli ultimi anni il classico “giro dei quattro passi” è diventato alla portata di un numero sempre più alto di ciclisti: merito soprattutto degli impianti di risalita che consentono di ridurre sensibilmente le fatiche, ma anche di una rete sentieristica studiata appositamente per le esigenze e il divertimento dei biker. Il Sella Ronda in senso antiorario non va però sottovalutato in quanto - nonostante l’ausilio meccanizzato - si dovranno comunque percorrere quasi 1000 metri di dislivello in salita. Informazioni su costi e biglietti sono reperibili al sito http://www.dolomitisupersummer.com/.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

La prima delle quattro risalite collega Canazei con il Col dei Rossi, pedalando poi al cospetto della Marmolada fino al rifugio Fredarola dove ha inizio la prima discesa: il sentiero è sinuoso e tutto da guidare, con il morbido fondo in terra battuta che potrebbe riservare qualche insidia solo se bagnato; il tratto più tecnico è invece quello finale verso il Pont de Vauz, meno marcato e più sconnesso.
L’impianto di Fodom permette ora di raggiungere il passo Pordoi e imboccare il bellissimo single track che scende su Arabba tagliando i prati sotto al massiccio del Sella: all’inizio si dovranno comunque superare brevi ma impegnativi strappi, mentre la parte conclusiva più ripida è caratterizzata dalla sequenza di tornantini del Col de Burz.

Da Arabba a Corvara (e più avanti Colfosco) non ci sono invece impianti di risalita: si dovranno quindi affrontare prima i difficili sentieri di Varda, poi l’erta mulattiera fino al passo Incisa e infine la veloce discesa nei boschi del Pralongià. Il tutto per una quindicina di chilometri nei quali si concentra gran parte del dislivello complessivo.

Dalla Val Badia si sale ora in cabinovia al rifugio Jimmy, dove il panoramico falsopiano del Dantercepies anticipa la discesa in Val Gardena che si sviluppa prima su un adrenalinico trail e poi su ripida sterrata nel bosco.

A Selva si prende quindi la cabinovia del Ciampinoi arrivando ai piedi del Sassolungo: con un tecnico sentiero si giunge al rifugio Comici, percorrendo poi il lungo traverso della suggestiva Città dei Sassi fino al rifugio passo Sella; la picchiata finale è inizialmente ripida ma scorrevole, doventando poi più tecnica nei single track tra il Lupo Bianco e Canazei.

Punto di partenza:

Canazei, Strèda de Pareda, cabinovia Belvedere.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project