Paesaggio

Val Biois

La valle del Biois, incastonata tra la catena dell’Auta a nord e quella del Focobon a sud, e circondata da Marmolada, Civetta e Pale di San Martino, è una delle più belle vallate delle Dolomiti: il suo versante settentrionale, in particolare, offre la possibilità di pedalare tra boschi e ampie vedute panoramiche senza però mai salire troppo di quota.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/6
Descrizione percorso:

La valle del Biois, incastonata tra la catena dell’Auta a nord e quella del Focobon a sud, e circondata da Marmolada, Civetta e Pale di San Martino, è una delle più belle vallate delle Dolomiti: il suo versante settentrionale, in particolare, offre la possibilità di pedalare tra boschi e ampie vedute panoramiche senza però mai salire troppo di quota.

L’itinerario inizia da Cencenighe, dove si imbocca la vecchia strada per Falcade e deviando poi sulla sterrata che oltrepassa il torrente Biois: si costeggia ora il corso d’acqua su pendenze leggere ma costanti che si inaspriscono solamente sullo strappo asfaltato per Canale d’Agordo.

Raggiunto l’abitato di Falcade si abbandona definitivamente il fondovalle risalendo il versante nord della Val Biois prima sul difficile ciottolato verso Falcade Alto e infine sulle più abbordabili erte asfaltate di Somor; allo scollinamento si continua sul bellissimo sentiero per Le Coste scendendo poi fino al ponte del torrente Gaon.

Il tratto che segue, ossia la parte centrale del tour, è un continuo saliscendi tra boschi e radure prative: prima si affronta il sentiero boscoso per Sappade, poi si scende sugli sterrati della Val Piana e quindi si risale verso Colmean. Le carrarecce per Forcella Lagazzon presentano invece pendenze più abbordabili e introducono alla veloce discesa su Cogul.

L’ultima erta, in gran parte asfaltata, si sviluppa nel fitto bosco e scollina nei pressi di Forcella San Tomaso; da qui si scende con decisione verso Celat dove, attraversati i caratteristici vicoli del paese, si imbocca la bella discesa finale: un lungo e veloce sentiero, in parte nel bosco e in parte affacciato sulla sottostanteVal Cordevole, scende infatti verso Falcade senza difficoltà tecniche di rilievo permettendo di concludere l’itinerario nel più entusiasmante dei modi.

Punto di partenza:

Cencenighe Agordino, piazza IV Novembre.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project