No E-bike Supertrail Paesaggio Pericoloso

Viel del Pan

Collocato tra i passi Pordoi e Fedaia, il sentiero del Viel del Pan è sicuramente uno dei più spettacolardi tutte le Dolomiti: affacciato sulle vette del Gran Vernel e sui ghiacci della Marmolada, venne usato in principio dai commercianti di farina del bellunese (da qui il toponimo “del Pan”) ed è conosciuto anche come Bindelweg dal medico tedesco Karl Bindel che per primo ne curò la sistemazione alla fine del XIX secolo.

Oggi il sentiero, che taglia il lato meridionale della cresta tra il passo Pordoi e Col Vescovo, si presenta in ottimo stato e grazie alle sue pendenze quasi mai proibitive è percorribile per intero anche in mountain bike.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/6
Descrizione percorso:

Da Arabba si sale verso il Pordoi percorrendo prima la mulattiera sulle piste da sci e quindi un breve tratto sulla strada asfaltata. Lo sterrato torna poi a correre sotto le ruote lungo la variante che conduce all’imbocco del sentiero 680, un panoramico single track di fronte sul gruppo del Sella che si mantiene in quota fino a Lezuo, da dove gli ultimi tornanti su asfalto raggiungono il Pordoi.

Il ripido ma compatto sentiero verso il Sass Beccè (segnavia 601) consente di raggiungere il Viel del Pan: il tracciato si sviluppa ora in direzione est con continui brevi saliscendi,  presentandosi largo e agevole fino al rifugio Viel del Pan e divenendo successivamente uno stretto single track da percorrere con attenzione.

Il trail attraversa infatti un ambiente a tratti impervio e isolato, tagliando il ripido pendio con alcuni punti esposti e sporadici passaggi da superare a piedi; in vista di Porta Vescovo, laddove il Viel del Pan lascia il posto al Sentiero Geologico di Arabba, una ripida risalita costringerà inoltre a spingere la bicicletta per circa dieci minuti, con la successiva divertente discesa che si conclude in vista del passo Padon.

L’itinerario scende ora con decisione lungo l’insidiosa pista da sci (è consigliabile procede a piedi per qualche minuto) per poi dirigersi con pendenze più moderate all’altopiano del Surasass, un vero e proprio balcone panoramico su tutte le Dolomiti circostanti. La picchiata si fa di nuovo ripida verso Col d’Ornella, concludendosi poi sul fondo della Val Cordevole da dove si ritorna ad Arabba con lo strappo di Renaz e le dolci pendenze della Strada Statale.

Punto di partenza:

Arabba, frazione del comune di Livinallongo, via Mesdì.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project