Supertrail

Colline di Marostica

Con i suoi torrioni le sue mura merlate, Marostica è una delle città fortificate più suggestive del Veneto: l’imponente cerchia muraria che avvolge il centro storico e il colle che lo sovrasta è infatti un colpo d’occhio spettacolare unico nel suo genere. Ma Marostica è famosa anche e soprattutto per la secolare tradizione degli scacchi e la rievocazione storica a figure viventi che l’ha resa celebre in tutto il mondo.

1/7
Descrizione percorso:

Si parte dalla scenica piazza degli Scacchi costeggiando le mura medioevali e raggiungendo il Castello Superiore per godere di un punto di vista privilegiato sulla città; successivamente si continua a salire fino allo scollinamento di Cima d’Agu addentrandosi così nelle colline pedemontane.

Il percorso si snoda ora tra stradine di campagna e tratturi boscosi che scendono gradualmente in Val d’Inverno dove, durante la Grande Guerra, sorgeva un Posto di Comando in supporto alle truppe dirette ai campi di battaglia dell’Altopiano di Asiago.

Ancora oggi visibile, questo punto tappa caratterizza l’inizio di una vecchia mulattiera militare che si raccorda più avanti al Sentiero del Sette, lungo il quale si arriva al Santuario della Madonna dei Capitelli con pendenze più aspre; si continua ora ai piedi dell’Altopiano di Asiago fino al celebre ristorante La Rosina, nelle cui vicinanze inizia la bella discesa in single track verso San Michele.

Nuovamente in salita, si affrontano subito le ripidissime erte della Val di Forame e successivamente i più pedalabili trail  di Colle Basso; attraversato l’abitato di Valrovina si conclude quindi la scalata sui tornanti per Caluga; i sentieri diventano ora protagonisti, prima tecnici e in parte poco ciclabili fino all’eremo di San Bovo, quindi più veloci  e divertenti verso il fondovalle di San Giorgio.

Superato il punto più orientale dell’itinerario si ritorna verso Marostica con un tracciato che si fa ora meno impegnativo: una prima breve salita permette infatti di esplorare il sentiero ciottolato della Valle del Silan (consigliata una deviazione alle vicine cascate), mentre l’ultima asperità risale con pendenze modeste i boschi del monte Gloso prima del meraviglioso traverso panoramico sui Colli di San Benedetto e della divertente discesa finale affacciata sul castello di Marostica.

Punto di partenza:

Marostica, piazza degli Scacchi.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area