Paesaggio

Giro dei Longerin

Quello attorno al gruppo dei Longerin, con le sue vedute e le sue vette, grazie anche all’isolamento che ha preservato queste valli secondarie, è probabilmente uno dei percorsi più spettacolari dell'intera Val Comelico.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

Partendo da Cappella Tamai, nel cuore della val Digon, si segue la stradina che tra gole e cascate raggiunge il Pian della Mola, deviando poi sulla ripida rotabile per Malga Melin.

La salita continua su una vecchia mulattiera militare dal fondo erboso che scollina al Passo Palombino, dove le guglie rocciose del monte omonimo e i Torrioni di Longerin fanno da sfondo al breve tratto non ciclabile conclusivo.

Si scende quindi su un tecnico single track, impegnativo all'inizio e poi via via più scorrevole, arrivando a Casera Londo e da qui nella meravigliosa Val Visdende. A Pra Marino inizia la seconda salita, verso il monte Zovo: parzialmente sterrata fino a passo Zovo, diviene poi più stretta, ripida e tecnica culminando nei pressi della panoramica vetta erbosa del “gigante” della Val Comelico, da dove la vista spazia per chilometri in tutte le direzioni.

La discesa finale si apre con il transito al rifugio De Dòo, imboccando poi una larga sterrata nel bosco che regala continue viste sulle sovrastanti vette dei Longerin; dal guado del rio Giao Storto si torna però a faticare sui ripidi strappi del Bosco della Ferrera, raggiungendo così la valle del rio Saetta da dove – imboccato il segnavia 142 – si conclude l’itinerario scendendo rapidamente a valle.

Punto di partenza:

Tamai, frazione del comune di San Nicolò di Comelico, via Caduti di Cima Vallona.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project