E' arrivato il Calendario 2023!

Vivi l'anno nuovo all'insegna delle due ruote: acquista il nostro calendario e sostieni nest.bike

SCOPRI IL CALENDARIO

 

Passo della Digola

Incastonato nel cuore del Gruppo delle Terze, il passo della Digola mette in comunicazione la conca di Sappada con la Val Frison: raggiungere il valico non sarà però facile viste le aspre preenze della salita.

1/3
Descrizione percorso:

Il tour si apre con un primo tratto sterrato lungo il fiume Piave fino a Presenaio,immettendosi poi sulla larga strada asfaltata per Sappada, l'unica via ciclabile per risalire la vallata.

Con dolci pendenze si arriva quindi a Granvilla, alle porte della piana sappadina, e da qui si scende fino al ponte sul fiume Piave che viene costeggiato per un breve tratto prima dell'inizio della scalata vera e propria.

L'ascesa si presenta fin da subito esigente, con i primi tre chilometri e mezzo che risalgono il bosco della Digola con pendenze sempre a doppia cifra; si può rifiatare solo nel finale, nei pressi della baita Tamer di Dentro, quando la salita diventa un semplice falsopiano fino allo scollinamento posto a quota 1674 metri.

La prima parte della successiva discesa si sviluppa invece su un tratturo sconnesso e scavato dalle piogge, ma dal Tabià Digola il fondo migliora (sono presenti anche alcuni settori in asfalto) permettendo così di scendere a gran velocità verso la val Frison.

Tenendo sempre il versante orografico sinistro della vallata si scende ora alla Baita Pian dei Usei e si fa quindi ritorno a Campolongo.

Punto di partenza:

Campolongo, frazione del comune di Santo Stefano di Cadore, vicolo Soch (impianti sportivi).

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area