Supertrail Paesaggio

Giro delle Odle

Il giro attorno al gruppo delle Puez-Odle collega tra loro le vallate Gardena, Funes e Badia, riunendo con un percorso impegnativo e massacrante alcuni dei paesaggi più belli delle Dolomiti con: le strade sterrate sono comunque in ottime condizioni e pedalabili anche nei punti più ripidi, mentre i tanti single track richiederanno solo qualche passo a piedi nei passaggi più ostici.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/8
Descrizione percorso:

A facilitare l’itinerario, per i meno allenati, ci pensano poi gli impianti di risalita: sfruttando la funicolare della Rasciesa e la cabinovia Plans-Frara (con successiva discesa via Dantercepies) si possono evitare rispettivamente la prima e l’ultima salita del tour, con un risparmio in termini di dislivello superiore ai 1200 metri.

L’itinerario si apre sulla ciclabile della “Ferrata”, con i primi chilometri di discesa verso Ortisei che conducono all’inizio della durissima salita della Rasciesa: le pendenze vertiginose la rendono la più impegnativa di tutto il tour, ma una volta raggiunta Malga Saltner gli sforzi saranno ricompensati dal suggestivo attraversamento fino al passo Brogles, giusto ai piedi delle Odle di Funes; dalla vicina malga Brogles si imbocca quindi il sentiero Adolf Munkel continuando poi la discesa sul tecnico single track per la val di Funes.

Le abbordabili pendenze della seconda ascesa conducono senza grosse difficoltà al rifugio Zannes e poi, fuori dal bosco, a malga Gampen: è qui che la salita cambia faccia, impennandosi con decisione fino al rifugio Genova e al vicino scollinamento del Passo Poma.

Il trail che scende dal valico attraversa un’ambientazione d’alta montagna senza tuttavia presentare grosse difficoltà, raggiungendo le pendici del Sass de Putia e immettendosi poi sulla panoramica carrareccia che taglia i Prati di Putia. Più complicato è invece il tratto che scende verso Longiarù, composto da un tortuoso single track e da una ripidissima mulattiera.

Sono ora le cime del Puez a sovrastare l’itinerario nella facile asperità di Juel e nella successiva discesa in direzioneVal Badia: la risalita della valle fino a Corvara si apre quindi con cinque minuti a piedi su mulattiera scoscesa, proseguendo poi con svariati saliscendi nei quali si alternano senza sosta sentieri e carrarecce, dentro e fuori dal bosco.

La scalata conclusiva al passo Gardena si apre invece con le ripide sterrate di Colfosco, innestandosi poi sulla strada principale fino alla cima. Il divertimento continua anche nei veloci single track che dalla Sela de Culac e del Plan de Gralba riportano in Val Gardena.

Punto di partenza:

Santa Cristina Valgardena, strada Chemun.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project