Monte Avena

Alle porte di Feltre, il Monte Avena segna l’estremità occidentale delle Dolomiti Bellunesi, e a dispetto dell’antropizzazione diffusa (ma rispettosa della natura) che lo caratterizza, sa ugualmente regalare spunti di interesse sia paesaggistico che naturalistico.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/6
Descrizione percorso:

Si parte da Arten raggiungendo subito Pedavena, continuando poi sull’agevole salita di Norcen che si fa però decisamente più ostica verso le frazioni di Valduna e Valerna.
 
La successiva erta sterrata, ripida e sconnessa, è senza dubbio il punto più impegnativo del tour e conduce alla panoramica radura di Soladen: da qui si prosegue su tratturi erbosi e sentieri nel bosco fino ad incrociare la comoda mulattiera per il passo Croce d’Aune.
 
Poco sopra il valico si imbocca quindi il Troi della Zeccona, una carrareccia che in leggerissima discesa taglia il bosco fino a sbucare nelle vicinanze del Colle del Melone. Ora su asfalto, si sale gradualmente fino agli impianti del rifugio La Buse e poi, con varianti sterrate più ripide, ci si innesta sulla compatta pista conclusiva che culmina in vetta al Monte Avena; una rapida deviazione su fondo erboso raggiunge inoltre la Croce d’Avena, un eccezionale punto d’osservazione sul massiccio del Monte Grappa e sulle vallate circostanti.
 
Dalla vicina Casera Campon inizia la lunga e articolata discesa: dopo una prima parte sulla pista da sci, infatti, l’itinerario entra nel bosco affrontando mulattiere dal fondo piuttosto sconnesso e qualche tratto di facile sentiero; si prosegue quindi su carrarecce più scorrevoli toccando il Col d’Agnolon prima della discesa su Faller, continuando poi sul tracciato del vecchio sentiero di Noaglia che collega alla strada per Ponte Serra.
 
Dopo un facile chilometro di salita si devia sulla Strada dei Forti, un entusiasmante percorso militare che scende verso il torrente Cismon con pendenze irrisorie e numerosi tornanti dai quali si ammirano ampie vedute sulla vicina piana di Fonzaso, nelle cui campagne si sviluppano gli ultimi chilometri del tour.

Punto di partenza:

Arten, frazione del comune di Fonzaso, via Nuova.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project