Gravel Paesaggio

Monte Oliveto Maggiore

La trecentesca abbazia benedettina di Monte Oliveto Maggiore e il monastero adiacente rappresentano il maggiore sito di interesse delle Crete Senesi: l’area, che prende il nome dalle tipiche e brulle distese di argilla, si presenta come un complesso sistema di basse colline caratterizzato da calanchi e “biancane” che emergono dagli avvallamenti boscosi; casolari isolati e cipressi solitari completano l’incantevole paesaggio di questo angolo di Toscana.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

Da Buonconvento, centro medievale lungo la Via Francigena situato alla confluenza di Arbia e Ombrone, si imboccano le tipiche strade bianche che si addentrano verso le Crete, alternando passaggi panoramici ad altri nel fitto del bosco con pendenze a tratti proibitive.

D’incanto, alla sinistra del percorso, appaiono le ripide pendici biancastre dei calanchi che faranno da sfondo alla parte finale della scalata verso Chiusure; dal vecchio borgo, tenendo la destra, si segue la provinciale scendendo all’abbazia di Monte Oliveto Maggiore.

Oltrepassata la torre quadrangolare in mattoni rossi, vecchia porta d’ingresso fortificata al complesso monastico, si percorre con il dovuto rispetto il viale pavimentato che scende all’abbazia. Da qui, con un tratturo sterrato in leggera salita, si ritorna sulla provinciale.

Una ripida discesa fin sul fondo della valle e la seguente risalita a Chiusure anticipano un tratto già affrontato in precedenza: ci si sposta quindi verso la valle dell’Asso, toccando San Giovanni (celebre per i tartufi bianchi) e raggiungendo con arcigne pendenze il paese fantasma di Monterongriffoli, ormai in abbandono.

Il tour continua con la sua parte più insidiosa: sebbene per diversi chilometri rimanga a una quota pressoché costante, infatti, esso percorre una dorsale costellata di brevissime e ripide erte che, di colle in colle, conducono verso sud.

A Torrenieri ci si innesta sugli sterrati della Via Francigena lambendo i bellissimi paesaggi della Val d’Orcia e dei vigneti di Montalcino. In vista di Buonconvento il tour segue le tracce create dai pellegrini in cammino verso Roma, permettendo così di concludere l’itinerario lontano dalla trafficata statale Cassia.

Punto di partenza:

Buonconvento, piazzale Garibaldi.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project