Gravel

Sorgenti del Sile

Il Sile è il fiume di risorgiva più lungo d’Europa: caratterizzato nel suo corso da una molteplicità di ambienti ed ecosistemi diversi, nasce dai celebri “fontanassi” di Casacorba sfociando nella Laguna di Venezia dopo aver attraversato tutta la pianura trevigiana. Proprio le sorgenti del Sile, tutelate dall’omonimo Parco Naturale Regionale, saranno la metà di questo itinerario.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

Si parte da Quinto di Treviso imboccando la suggestiva Via dei Mulini e innestandosi poi sulla linea ferroviaria Treviso – Ostiglia, oggi dismessa e sapientemente riconvertita a pista ciclabile. Nei pressi di Badoere si abbandona la vecchia via ferrata raggiungendo la splendida “Rotonda”, la vasta piazza al centro di una delle barchesse più belle e grandi del Veneto.

Il percorso si addentra ora nelle campagne attraverso sterrate e tratturi raggiungendo l’oasi delle Risorgive, dove boschi e torbiere si alternano alle aree paludose dalle quali l’acqua sgorga naturalmente; sentieri tematici e pannelli informativi illustrano inoltre la flora e la fauna tipiche dell’area naturalistica.

Dal punto più occidentale del tour si ritorna verso Quinto percorrendo parte del percorso cicloturistico detto “Girasile”, toccando i paesi di Morgano e Santa Cristina (dove è possibile visitare l’oasi naturalistica del Mulino Cervara), ripercorrendo poi a ritroso l’ex ferrovia “Ostiglia” e le sponde del Lago Superiore di Quinto già percorse all'andata.

Punto di partenza:

Quinto di Treviso, piazzale degli Alpini.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project