No E-bike

Val Noana - Val Canali

Esplorando la val Noana e la val Canali si incontreranno situazioni molto diverse tra loro: il tour si compone infatti di un mix tra forre profonde e salite ripide, passaggi tecnici e divertenti single track, discese veloci e altre più impegnative. Il percorso si rivela perciò difficile, con continui strappi che non lasciano respiro e frequenti brevi tratti da superare a piedi.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

Subito in apertura si percorre la profonda forra del torrente Noana, salendo poi con più decisione fino allo scollinamento di Valpiana. Dal vicino rifugio Fonteghi si va ora a imboccare un veloce sentiero che sbuca poi sul nuovo ponte sospeso sul Rio Giasinozza.
 
La serie di brevi erte continua con il difficile strappo di Ineri, proseguendo poi tra i prati di Caltene; nella successiva discesa asfaltata si dovrà invece deviare su traccia erbosa e oltrepassare una recinzione, continuando con qualche passo a piedi fino a ritrovare la salita sterrata per Molinazza.
 
Un’altra discesa, questa volta in single track, e un’altra impennata (talmente ripida da dover essere percorsa a piedi) conducono invece a Stiozze: è da qui che inizia l’ascesa a malga Fossetta, la panoramica “Cima Coppi” del tour che verrà conquistata con pendenze elevatissime e fondo non sempre agevole.
 
Ora su scorrevole asfalto si scende al passo Cereda e si prosegue poi sui saliscendi di Colzoncai, aggirando la vetta del monte Dalaibol e spostandosi così verso la val Canali. La discesa non è però semplice vista la difficoltà del sentiero (circa quindici minuti a piedi), e una volta incontrato l’asfalto si sale addentrandosi nella suggestiva cornice montana della valle.
 
Malga Canali è il punto da cui inizia la lunga, variegata e divertente discesa conclusiva: si comincia con i sentieri rocciosi del Cant del Gal, continuando poi sui single track tra i prati di Villa Welsberg e del vicino laghetto omonimo; le radici caratterizzano invece le modeste pendenze ai piedi della rocca di Castelpietra, con il trail che diventa più ripido nel raggiungere il fondo della valle, mentre dopo le comode ciclabili di Tonadico il tour si chiude con l’entusiasmante sentiero tra Osne e Oltra.

Punto di partenza:

Imer, via Meatoli.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project