Vicenza Ovest

Le basse colline a ovest di Vicenza, quelle racchiuse dagli abitati di Montecchio Maggiore, Castelgomberto, Costabissara e Creazzo, offrono lo spunto per un itinerario divertente ma non semplice, dove cinque salite relativamente brevi si alternano ad altrettante discese sui numerosi sentieri della zona.

1/7
Descrizione percorso:

Il tour si apre nelle vicinanze di Montecchio Maggiore, prima con un tratto pianeggiante e poi con una salita piuttosto impegnativa che culmina poco distante dal castello: sarà proprio la rocca medievale a fare da sfondo al primo single track, sassoso e decisamente tecnico.

Spostandosi ora verso nord si susseguono saliscendi, rampe, tratturi rurali e brevi sentieri fino al divertente toboga che scende nel fondovalle di Valdimolino; da qui, prevalentemente su asfalto, si risale sulla panoramica cresta collinare lambendo poi l’abitato di Castelgomberto e imboccando i veloci trails per Valdilonte.

La terza salita è pedalabile ma termina con un difficile passaggio sconnesso, e una volta in cima si scende subito sullo sterrato di via Castenigola arrivando nei pressi di Gambugliano al termine di un sentiero boschivo scavato dall’acqua.

L’ascesa al monte delle False è resa invece complicata dal fondo cementato, mentre quella dopo il lungo pianoro sommitale è sicuramente la discesa più bella e divertente con il single track della Via Longa e il ciottolato della Stradella dell’Alpino che conducono a Costabissara.

Con una fase pianeggiante ci si avvia ora verso la conclusione del percorso nelle colline di Creazzo: qui si incontreranno alcuni angusti single track in salita, un lungo tratto asfaltato e infine i veloci sentieri dei Morari, Sponsaora e Bastiana nella discesa verso Sovizzo.

Punto di partenza:

Sovizzo, viale degli Alpini.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project