Paesaggio

Giro di Cima d'Asta

Lungo e particolarmente impegnativo, anche se tecnicamente piuttosto semplice vista la prevalenza d’asfalto, il periplo attorno il massiccio di Cima d’Asta conduce alla scoperta di un’area montana estremamente isolata e selvaggia.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

La partenza avviene da Castello Tesino con diversi saliscendi fino a Samone, dove inizia la lunga e difficile ascesa verso il Passo Cinque Croci. Impegnativa fin dalle prime rampe, risale la Val Campelle alternando dure erte a provvidenziali pianori, addolcendosi in vista del rifugio Crucolo salvo poi impennarsi nuovamente con pendenze che superano il 20% fino ai prati del rifugio Carlettini. Si prosegue quindi a medie pendenze fino al Ponte Conseria, continuando sulla bella mulattiera fino al valico e alle cinque croci in ferro da cui prende il nome.

Dinanzi all’imponente gruppo roccioso della Cima d’Asta e al cospetto delle maestose pareti meridionali del Lagorai, si scende ora verso la Val Cia toccando malga Val Cion e arrivando al rifugio Refavaie al termine di una facile mulattiera. Si entra così in Valle del Vanoi, da discendere obbligatoriamente su asfalto fino all’imbocco della salita al Passo Brocon.

Dopo una prima parte su strade secondarie ci si innesta sulla provinciale per il valico, raggiunto in circa dieci chilometri dalle pendenze costanti e moderate. Da qui si imbocca la mulattiera della Val Senaiga, scendendo verso Valnuvola con numerosi tornanti e un fondo a tratti rovinato seguendo il tracciato dell’antica Via Claudia Augusta.

La discesa termina con il breve single track per la Grotta di Castello Tesino, a cui fanno seguito una serie di saliscendi verso il suggestivo passaggio sulla vertiginosa forra del Vallone di Roa. Un divertente sentiero tra tornantini e gallerie conduce quindi all’incantevole anfiteatro del Parco della Cascatella: da qui una breve risalita collega alla provinciale attraverso la quale si rientra rapidamente a Castello Tesino.

Punto di partenza:

Castello Tesino, via Don Narciso Sordo.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project