Supertrail Paesaggio

Lago di Carezza

Tra le destinazioni turistiche più classiche delle Dolomiti, il lago di Carezza è sicuramente quella più famosa e frequentata: incastonato tra fitti boschi di abeti, si trova sotto le pendici Latemar ed è noto per i meravigliosi colori delle sue acque cristalline. E’ alimentato principalmente dallo scioglimento delle nevi, per cui il suo aspetto varia durante l’arco dell’anno passando da un vero e proprio lago alpino nel periodo primaverile a una piccola pozza durante l’autunno.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/6
Descrizione percorso:

L’itinerario si apre con la scalata al passo Costalunga, lungo una strada forestale compatta e solo di rado ripida; dal valico si scende poi sul sentiero a bordo strada fino al Gran Hotel Karersee e quindi, dopo un single track tecnico, si raggiunge il lago di Carezza.

Notoriamente tra le più belle e cristalline delle Dolomiti, le acque del lago sono una meta frequentata e spesso affollata e per questo il sentiero che ne costeggia le rive è vietato alle biciclette.

Con l’attrattiva principale del tour alle spalle, si affronta il suggestivo ponte sospeso e spostandosi poi verso nord raggiungendo i panoramici Prati di Colbleggio, una sconfinata distesa erbosa da cui ammirare uno straordinario colpo d’occhio su Sciliar, Catinaccio e Latemar. La vastità del paesaggio è tale che la vista spazia anche verso la Val d’Adige e la Val Venosta e, più in lontananza, fino alle vette austriache.

Attraversata la strada del Passo Nigra si imbocca ora il Sentiero delle Perle, un tracciato ai piedi della Roda de Vael che corre nel bosco tra radici e qualche passaggio difficile prima immettersi su una carrareccia salendo di quota e tenendosi alto sul passo Costalunga.

La discesa conclusiva inizia invece con i veloci e divertenti single track di Chiusel e prosegue con un breve tratto sull’asfalto della statale; i sentieri di Costa Berguosa precedono quindi le mulattiere di Tamion e Larcionè con le quali si perde quota ritornando verso valle.

Punto di partenza:

Moena, strada de Cernadoi.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project