Le borgate di Auronzo

L’abitato di Auronzo di Cadore si sviluppa per svariati chilometri sulle sponde del lago omonimo e – più a nord - lungo il corso del fiume Ansiei: se il nucleo principale della città si trova nei pressi del lago, questa sua vasta estensione ha portato alla nascita di tante altre piccole borgate sparse per la valle, collegate l’una all’altra da diversi sentieri ancora oggi percorribili.
 
L’esplorazione di queste piccole frazioni inizia dal ponte di Transacqua - all’estremità nord del lago - seguendo la ciclabile sterrata dell’Ansiei per quasi quattro chilometri, spostandosi poi sul versante orografico sinistro della vallata.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/5
Descrizione percorso:

I tratturi erbosi che caratterizzano le prime facili ondulazioni permettono di attraversare le frazioni di Orsolina, Cospizza, Vecellio None, Pause e infine Reane; da qui si affronta la salita più ostica dell’itinerario, dove a causa del fondo sconnesso e delle pendenze elevate sarà necessario procedere a spinta per qualche minuto.
 
La discesa nella Valle di San Rocco immette quindi sul panoramico single track che taglia i prati sopra il centro di Auronzo fino alla località Piates; da qui si ritorna a salire, questa volta verso la Valle Ostera, e scendendo poi definitivamente a Villapiccola.
 
Il passaggio sulla diga di Santa Caterina è il punto più a sud del tour, che si conclude seguendo la tranquilla sponda meridionale del lago di Auronzo.

Punto di partenza:

Auronzo di Cadore, via Zardus, ponte di Transacqua.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project