Gravel

Passante Verde

Nel febbraio 2009 la viabilità dell’entroterra veneziano venne profondamente rivoluzionata dal “Passante di Mestre”, la bretella autostradale che bypassa l’area urbana congiungendo Vetrego con Quarto d’Altino.

Insieme al Passante venne studiato anche un piano di interventi finalizzati a mitigare l’impatto ambientale dell’arteria: questo progetto, che punta a realizzare un parco lungo oltre trenta chilometri, è il cosiddetto “Passante Verde”.

1/7
Descrizione percorso:

Oggi è quindi possibile pedalare accanto all’arteria autostradale sfruttandone le strade di servizio e le stradine di campagna circostanti: nel tratto di itinerario che costeggia il passante - lungo circa quaranta chilometri – mulattiere, carrarecce e alcuni tratti inerbati si alternano a piste ciclabili e brevi settori sulla viabilità ordinaria, attraversando le tranquille campagne dell’entroterra veneziano e toccando i boschi, gli specchi d’acqua e i parchi urbani che diverranno parte integrante del Passante Verde.

I trasferimenti da e per Marghera, pur presentando inevitabili percorrenze su asfalto, vanno comunque alla ricerca di strade secondarie e interessanti passaggi sterrati come l’argine del Serraglio a Mira, l'argine dello Zero (qui ci sarà da superare un alto cancello) o il Bosco di Mestre nel finale.

E’ comunque possibile limitare l’escursione al solo tratto lungo il Passante sfruttando i treni regionali che collegano Mestre con le stazioni di Mira-Mirano e Quarto d’Altino, nei cui pressi transita l’itinerario (orari e tariffe su www.trenitalia.it).

Punto di partenza:

Marghera, piazza del Mercato.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area