E' arrivato il Calendario 2023!

Vivi l'anno nuovo all'insegna delle due ruote: acquista il nostro calendario e sostieni nest.bike

SCOPRI IL CALENDARIO

 

Paesaggio

Passo Vezzena - Bocchetta Portule

Nella parte nord-occidentale dell'Altopiano di Asiago ecco un lungo e panoramico itinerario che ripercorre le vecchie strade militari risalenti alla Prima Guerra Mondiale.

1/6
Descrizione percorso:

L’itinerario si apre con la salita verso Bocchetta di Campolongo, contraddistinta da una prima parte sterrata e un finale asfaltato dalle pendenze piuttosto accentuate. Dal vicino rifugio Campolongo inizia invece un lungo tratto ondulato verso l’Altopiano di Luserna, le cui praterie punteggiate di malghe segnano il paesaggio fino alla piana di passo Vezzena.

Il tour si sposta ora sulla parte più settentrionale dell’Altopiano di Asiago: una comoda rotabile sale a Forte Verle, proseguendo poi all’ombra di Cima Vezzena e Cima Manderiolo presentando pendenze quasi sempre pedalabili e un fondo che diviene sterrato solo in vista dello scollinamento a Campo Manderiolo.

Affrontata la rapida discesa tra i rifugi della Val Formica si torna nuovamente a salire, questa volta aggirando la Val Frenzola e raggiungendo i pendii di Cima Portule fino ad arrivare al lungo traverso finale, dove il fondo sconnesso renderà difficoltosa la conquista di Bocchetta Portule.

La successiva discesa, durante la quale si incontra anche l’unica fontana di tutto il percorso, conduce dapprima alla zona detta "dei Monumenti" e - dopo lo sconnesso strappo del Monte Zovello - a malga Galmarara. Da qui la discesa si fa più compatta e veloce raggiugnendo rapidamente Bivio Basa Senocio.

Seguendo la Val Scaletta sia arriva così in Val d’Assa, dove si affronta l’ultima facile risalita al laghetto Spillek prima della bella discesa conclusiva di Kamahause.

Punto di partenza:

Roana, piazza Santa Giustina.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area