Gravel

Treviso > Venezia

Il suggestivo percorso che da Treviso arriva a Venezia ha un inconfondibile filo conduttore: si tratta della Repubblica di Venezia, la “Serenissima” che fino a metà del ‘700 dominò le acque del Mediterraneo orientale. L’impronta veneziana si nota fin da subito con i numerosi leoni alati presenti in Piazza dei Signori, il “salotto buono” del capoluogo trevigiano nonché prima scenografica meta di questo tour.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

Il percorso, che si svolge in gran parte su comode ciclabili sterrate e stradine secondarie, si avvia verso le mura toccando il ponte sul Cagnan e il monumento a Dante (è celebre il “dove Sile e Cagnan s’accompagna” della Divina Commedia), innestandosi poi sugli argini rialzati delle “alzaie” (un tempo usati per trainare da terra le imbarcazioni) e proseguendo verso l’isola di Villapendola e le passerelle sui relitti dei Burci, antiche imbarcazioni veneziane.

Si prosegue lungo il Sile toccando gli abitati di Casier e Casale, continuando con andamento sinuoso sul sentiero per Quarto d’Altino. Raggiunta la provincia di Venezia si abbandona il corso del Sile deviando verso Tessera, raggiunta al termine di un lungo tratto interlocutorio su strade e carrarecce rurali.

Nei pressi dell’aeroporto Marco Polo si entra nel complesso del Forte Bazzera, uno dei fortini del campo trincerato risalente a inizio ‘900, iniziando così a pedalare lungo la laguna di Venezia; superato il ponte in ferro del Canale Osellino.o si affronta quindi il tratto più incantevole del tour sulla Ciclabile delle Barene, pedalando a pochi metri dall’acqua ammirando sullo sfondo l’inconfondibile skyline veneziano.

L’immensa area verde del Parco San Giuliano rappresenta l’ingresso a Mestre: qui, nonostante il traffico spesso caotico, i numerosi percorsi ciclabili permettono di attraversare il centro con relativa facilità fino alla stazione ferroviaria, da dove è possibile tornare a Treviso con il treno.

Data l’assenza di percorsi dedicati, raggiungere Venezia sarà invece più complesso: tra sottopassi pedonali e aree industriali, tuttavia, si può raggiungere il Ponte della Libertà e coprire così gli ultimi quattro chilometri fino a Piazzale Roma.

Giunti a questo punto, è bene ricordare che nel centro storico è severamente vietato circolare in bicicletta. E’ tuttavia tollerato procedere con la bici a spinta lungo il nuovo Ponte della Costituzione fino alla stazione ferroviaria per il rientro al punto di partenza.

Punto di partenza:

Treviso, piazzale Duca d'Aosta, stazione ferroviaria.

Punto di arrivo:

Venezia, piazzale della Stazione, stazione ferroviaria.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project