Gravel

Vivo d'Orcia - Poggio dell'Ermicciolo

Il fiume Vivo è da sempre una delle risorse idriche più importanti del monte Amiata: se oggi alimenta gli acquedotti della zona, fino a pochi decenni fa garantiva il funzionamento delle attività – mulini, cartiere, opifici, miniere – che animavano questo versante della vetta Senese. Oggi, con la chiusura ogni attività industriale, i fitti boschi dell’Ermicciolo e le sorgenti del Vivo rappresentano una risorsa naturalistica di assoluto interesse.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

Subito in partenza si transita nella suggestiva cornice dell’Eremo del Vivo, percorrendo poi una breve ma insidiosa discesa tra la fitta vegetazione del Fosso Logaccione; poco dopo, finalmente su comoda sterrata, si prosegue fino a guadare il torrente Vivo.

Si affronta quindi la prima ascesa del tour che, inframezzata da un falsopiano sulla provinciale per Castiglione, sale al panoramico crinale del Poggio dei Granai dove il bosco lascia spazio a ampie zone aperte: qui la vista spazia dalle vicine colline di Montalcino alla parte finale del corso dell’Orcia fino, più in lontananza, alle alture della Maremma.

Una veloce e agevole picchiata raggiunge prima le case di Piagge e, poco più avanti, nuovamente il torrente Orcia nel punto più basso dell’itinerario; la successiva risalita della valle del Vetra si snoda su pendenze quasi sempre pedalabili (è presente anche una breve contropendenza), mentre è il successivo strappo per Altore a presentare le erte più aspre; l’asfalto per Vivo consente comunque di rifiatare in vista dell’ultimo strappo, non eccessivamente impegnativo, che si addentra tra i faggi e i castagni del Poggio dell’Ermicciolo.

Il finale dell’itinerario si sviluppa quindi tra i pendii del Poggio Seragio e sul Sentiero delle Sorgenti, sicuramente il passaggio più interessante del tour: nei pressi delle sorgenti dell’Ermicciolo, dalle quali sgorga il Vivo, inizia infatti un divertente single track che scende verso Vivo d’Orcia tra piccoli guadi, tratti tecnici e un ultimo incantevole transito nella forra alle porte del paese.

Punto di partenza:

Vivo d’Orcia, frazione del comune di Castiglione, via Amiata.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project