Bus del Gias & Col dei Scios

Il Bus del Gias, una cavità naturale talmente stretta e profonda che ghiaccio e neve permangono al suo interno per tutto l’anno,  e il Col dei Scios, un vasto pianoro ondulato ricco di pascoli che deve il suo nome alla presenza di reperti fossili detti “s’cios”, sono due tra le attrattive più interessanti dell’altopiano del Cansiglio.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:


L’itinerario, che tocca entrambi questi luoghi, parte dal centro della Piana del Cansiglio addentrandosi poi in Val Cappella, scendendo successivamente verso Valsalega su di una ripida mulattiera. Percorse poche centinaia di metri sulla strada provinciale ci si addentra nel fitto bosco risalendo con dolci pendenze la scarpata meridionale dell’altopiano.

Raggiunta Casera Brusada l’ambientazione cambia radicalmente, con il panorama che si apre verso sud offrendo una grandiosa vista sulla pianura veneta e friulana fino a scorgere il mare all’orizzonte. La salita, lunga ma mai impegnativa, prosegue lungo questa suggestiva balconata fino alla zona del Bus del Gias, giro di boa del percorso, dove una breve deviazione permette di raggiungere l’anfratto dalla neve perenne.

Le ultime, brevi risalite anticipano la veloce discesa nei boschi verso Casera Ceresera: si imbocca qui il segnavia 991, un difficile sentiero caratterizzato da passaggi tecnici e qualche punto non ciclabile, che permette di raggiungere le distese prative del vicino Col dei Scios.

Ritornato nel bosco, l’itinerario affronta la breve erta del rifugio Maset scendendo poi verso il valico de La Crosetta; imboccata la classica e piacevole strada della Candaglia, il tour si conclude sul divertente Sentiero degli Slipari che riporta al Pian Cansiglio.

Nel finale, a poche centinaia di metri dalla conclusione, una deviazione a piedi permette di raggiungere il Bus de la Lum (della luce), la foiba utilizzata dai partigiani per le esecuzioni sommarie di soldati tedeschi e della Repubblica Sociale Italiana durante la Seconda Guerra Mondiale.

Punto di partenza:

Pian Cansiglio, frazione del comune di Alpago. Piazzale presso rifugio Sant'Osvaldo.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project