Mortirolo - Val Varadega

Mortirolo è sinonimo di Giro d’Italia. Il punto d’arrivo del grande ciclismo è però anche il punto di partenza di sentieri e panoramici percorsi fuoristrada tra il laghetto del Mortirolo, la val Varadega e le Cime di Grom.

1/8
Descrizione percorso:

L’itinerario prende il via con i quattro chilometri di pista ciclabile che separano Vezza d’Oglio da Incudine; un ulteriore chilometro sulla statale conduce quindi all’imbocco della salita del Mortirolo.

Si tratta del versante “meno nobile” della salita, quello con erte mai troppo impegnative e addirittura alcuni punti pianeggianti: dopo i primi due tornanti si attraversa il paese di Monno incontrando le difficoltà maggiori, ritornando poi sulla rotabile principale e proseguendo con pendenze mai superiori al 9%. In vista del ponte Palu la strada addirittura spiana per inerpicarsi successivamente sui tornantini di San Giacomo.

Si abbandona ora l’asfalto deviando sulla strada bianca che raggiunge con qualche strappo il laghetto del Mortirolo, ai piedi di Cima Verda. Ancora un altro chilometro e mezzo di leggera salita e si arriva al passo della Foppa, comunemente noto come “Mortirolo”.

Il passo del Mortirolo vero e proprio non è infatti quello scalato dal grande ciclismo, bensì un valico poco distante raggiungibile con il sentiero boschivo che parte proprio dinanzi alla statua dedicata al Giro d’Italia.

Una traccia erbosa conduce quindi alla rotabile asfaltata che sia addentra nella val Varadega: la salita, ora costante e regolare, offre ampie vedute sulla conca prativa spingendosi fino al monte Pianaccio, nella vicina valle di Grom. Finalmente in discesa, si arriva agevolmente alla malga Val Bighera prendendo poi il ripido e insidioso tratturo che cala nella val Grande.

La difficile e ripidissima picchiata si conclude in località Garboi: un tratto pianeggiante anticipa infine la picchiata conclusiva sui single track di Grano e della Strada dei Ronchi.

Punto di partenza:

Vezza d'Oglio, via Roma.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area