Valbione - Lago di Avio

Due salite sul versante meridionale della Val Camonica verso idilliaci laghi dalle acque cristalline: la prima fino al lago di Valbiolo ai piedi del Corno d’Aola, mentre la seconda – ben più impegnativa – condurrà nella maestosa cornice dell’Adamello e del lago di Avio.

1/9
Descrizione percorso:

Da Pontagna si seguono piste boschive fino a immettersi sulla rotabile che sale a Valbiolo: l’ascesa è pedalabile e culmina all’omonimo laghetto ai piedi del Corno d’Aola.

La scalata continua ora a tornantini e leggermente più pendente fino al ristorante La Maralsina; un ultimo tratto su ripido sentiero conduce infine allo scollinamento verso la panoramica balconata del rifugio Roccolo Ventura.La discesa si fa successivamente ripida nei boschi di Mezzullo fin quasi sul fondo della valle dell’Avio.

Si intraprende quindi la difficile salita verso il lago di Avio, seguendo la sterrata di Malga Caldea e successivamente la ripidissima serpentina asfaltata fino agli impianti idroelettrici (poco più di un chilometri e mezzo al 17%). Qui la strada spiana incuneandosi verso il fondo della vallata, oltrepassando la prima diga e costeggiando le acque turchesi del lago di Avio.

La mulattiera di servizio conduce a Malga di Mezzo dopo aver attraversato la seconda diga: ci si trova ora sulle sponde del lago Benedetto, ai piedi dell’Adamello, nel cuore di un maestoso anfiteatro fatto di rocce, cascate e ghiacciai.

Dalla malga si ripercorre a ritroso tutta la salita già affrontata, scendendo a malga Caldea e poi verso Temù seguendo il Percorso Vita a fianco del torrente Avio. La ciclabile di fondovalle permette infine di ritornare a Pontagna.

Punto di partenza:

Pontagna, frazione del comune di Temù, via Tollarini.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area