Paesaggio

Pian delle Femene

Situato nel cuore delle Prealpi Trevigiane, l’altopiano del Pian delle Femene accoglie ogni anno migliaia di gitanti che vi arrivano grazie alla rotabile asfaltata che sale dal versante sud. Ci sono però tante altre vie d’accesso secondarie, frequentate soprattutto da escursionisti a piedi, a cavallo o in bicicletta, che permettono di scoprire paesaggi, scorsi e angoli tra i meno conosciuti di questa zona prealpina.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:

L’imbocco della ventosa Val Lapisina, a nord di Vittorio Veneto, segna l’avvio del tour: sfruttando stradine secondarie e viottoli rurali si arriva rapidamente in Valsana, dove l’idilliaca cornice dei laghi di Revine rappresenta una delle principali attrattive del percorso.

Poco più avanti, oltrepassate le case di Sottocroda, inizia la lunga salita che caratterizza l’itinerario: la prima parte – fino all’innesto con la Strada Caldella - è piuttosto ripida e sconnessa, ma successivamente sia il fondo che le pendenze vanno via via migliorando.

L’ascesa culmina al panoramico pianoro de La Posa, un eccezionale punto d’osservazione sulle colline trevigiane: da qui si prosegue verso est rimanendo a quota piuttosto costante fino al Pian delle Femene.

Un ultimo facile tratto di salita immette ora sul bellissimo sentiero pianeggiante di Casere Frascon, che taglia il pendio erboso offrendo una eccezionale vista su tutta la pianura, il Cansiglio e le vette friulane; al termine del single track inizia quindi la lunghissima discesa che riporta verso valle.

La picchiata è veloce e mai impegnativa, presentando una prevalenza di strade forestali che solo in pochissimi punti diventano sentieri o single track; solo nell’ultima parte, dopo Croda Rossa, la pendenza e il fondo sconnesso consigliano prudenza.

Il lago del Restello e quello di Negrisiola concludono infine l’itinerario regalando momenti tranquilli e rilassanti nel cuore della Val Lapisina.

Punto di partenza:

Savassa Bassa, frazione del comune di Vittorio Veneto, via Prati di Savassa.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project