No E-bike Supertrail Paesaggio

Val di Gresta - Monte Creino

La Val di Gresta non rientra certo tra le mete più celebri dell’Alto Garda, ma per la sua vicinanza al lago e la varietà di paesaggi si rivela essere una interessante alternativa ai tanti classici della zona. Incastonata tra i monti Biaena e Creino, con la mole del monte Stivo a chiuderla a nord, questa pittoresca vallata gode di un clima particolarmente temperato fino alle altitudini più alte: ciò favorisce una produzione ortofrutticola estremamente variegata che ha valso alla valle l’appellativo di “orto biologico del Trentino”.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/7
Descrizione percorso:


Il percorso inizia sulla ciclabile che unisce Nago a Mori, valicando il Passo San Giovanni e lambendo il Biotopo del lago di Loppio. A cinque chilometri dalla partenza inizia la salita: fin da subito impegnativa, affronta prima delle sconnesse rampe sterrate e poi dei ripidi settori asfaltati tra i terrazzamenti di ulivi; raggiunto l’abitato di Valle San Felice si continua poi con più tranquillità verso Manzano e il monte Macio.

Poco dopo i boschi del Nomeson nascondono la parte più difficile dell’ascesa: ora su sentiero, è necessario proseguire a piedi per alcuni minuti prima di innestarsi sulla comoda carrareccia per Pannone. Qualche tratto più smosso anticipa poi l’arrivo a Ronzo Chienis, via d’accesso all’alta Val di Gresta: con l’imponente parete del monte Stivo a fare da sfondo, si sale ora con decisione fino al monte Somator dove – dopo circa dodici chilometri – la dura ascesa ha finalmente termine.

Il vicino passo Bordala introduce a un lungo traverso nei boschi fino al valico di Santa Barbara, dove il tour entra nel vivo con la sua parte migliore: nella successiva salita si godono infatti ampie vedute sulla valle del Sarca, le vette della Presanella e le Dolomiti di Brenta, con l’apice che viene raggiunto sulla strapiombante cima del monte Creino da dove si ammira una vertiginosa vista sul lago di Garda.

Ci si può finalmente tuffare in discesa: si percorre una parte del Naranch Trail, un difficile sentiero nei boschi di Narango che alterna tratti veloci al altri decisamente più scoscesii e difficili, quindi il più veloce e facile sentiero di Gole. Il Naranch Trail viene ripreso più in basso (dopo l’interlocutorio pianoro di San Rocco) in due occasioni: il primo settore è facilmente superabile mentre il secondo – dalle difficoltà tecniche molto elevate – potrà essere affrontato in sella solo dai biker più esperti; per tutti gli altri una camminata di alcuni minuti può comunque essere evitata scendendo sulla ripidissima rotabile sulla quale si conclude il tour.

Punto di partenza:

Nago, via A. de Bonetti.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project