Gravel

Bibione e Terzo Bacino

Terra e acqua si mescolano avvicinandosi al mare, passando dal fiume Tagliamento alle pinete litoranee, dalle spiagge di Bibione fino alle immense aree bonificate del Terzo Bacino.

1/7
Descrizione percorso:

Da San Michele si imbocca subito sull’argine destro del Tagliamento, pedalando verso sud su un fondo sterrato (o parzialmente erboso) ma sempre scorrevole. Una ventina di chilometri dopo, raggiunta la località di Bevazzana, si attraversa il ponte che unisce la terraferma a Bibione e si riprende verso sinistra l’argine del fiume.

Si entra così nella Riserva Naturale della Foce del Tagliamento, attraversando una rigogliosa pineta e arrivando infine allo scenografico faro di Punta Tagliamento; la ciclabile nella pineta continua poi fino a Bibione, dove si hanno due alternative a seconda della stagione.

Se nel periodo estivo è d’obbligo procedere sulla pista ciclopedonale lastricata che corre parallela alla spiaggia, nei mesi più freddi si può invece raggiungere il bagnasciuga e proseguire per svariati chilometri a pelo d’acqua fino al Lido del Sole e anche oltre, verso la zona dei campeggi.

Le ciclabili interne consentono quindi di ritornare verso il centro di Bibione, esplorando il Bosco Baseleghe e percorrendo a ritroso il ponte già affrontato in precedenza; si svolta poi a sinistra lungo l’idrovia della Litoranea Veneta.

Al termine di un lunghissimo rettilineo, quando la strada piega seccamente a destra, una deviazione oltre l’argine del Canal dei Lovi conduce alla zona dei casoni, antiche capanne in legno e canna originariamente ricoveri per i pescatori. L’itinerario prosegue poi nel Terzo Bacino, un’immensa area agricola bonificata nel corso del ‘900, rientrando a San Michele al Tagliamento con stradine secondarie e tratturi di campagna.

Punto di partenza:

San Michele al Tagliamento, via Comugne.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area