Gravel

Orti di Chioggia

Cipolle bianche, carote, patate, barbabietole, zucche marine e il celebre radicchio di Chioggia IGP. Sono solo alcuni dei prodotti tipici coltivati nelle terre comprese tra Adige e Brenta, tra Chioggia e Rosolina, a ridosso del mare e a pochissima distanza dalle località turistiche litoranee. Un territorio da scoprire in bicicletta percorrendo le piste sabbiose che si incuneano tra vivai e coltivazioni, toccando spiagge affollate e passaggi urbani dal fascino tutto veneziano.

 

E' arrivato il Calendario 2022 di nest.bike!

Da appendere a casa o in ufficio, per sè o per qualche amico, o magari come un regalo diverso ed originale, il Calendario 2022 del sito nest.bike è l'ideale per trascorrere dodici mesi all'insegna della mountain bike.

VAI AL CALENDARIO 2022

 

1/6
Descrizione percorso:

L’itinerario parte da Sottomarina e subito si addentra nella campagna della parte sud dell’isola, il cosiddetto “Parco degli Orti”; si attraversa quindi una prima volta il fiume Brenta e se ne raggiunge la foce a Punta Bacucco passando per viottoli rurali, serre e campi coltivati.

Ancora verso sud, l’itinerario segue il canale Adigetto lambendo Isola Verde e andando poi a percorrere l’argine del fiume Adige, toccando il punto più meridionale del tour dopo aver divagato tra gli orti di Cà Lino.

Si punta quindi a nord costeggiando il canale Busiola (che collega l’Adige al Brenta), fino a riattraversare nuovamente il trafficato ponte sul Brenta e giungendo così a Chioggia.

Il tour si chiude in maniera curiosa e originale, seguendo un caratteristico percorso urbano che prima aggira la laguna di Lusenzo, poi attraversa il centro storico di Chioggia e infine esplora le strette calli di Sottomarina.

Punto di partenza:

Sottomarina, frazione del comune di Chioggia, Lungomare Adriatico.

Altimetria

Asfalto Sterrato Sentiero/Prato/Bosco Single Track Non ciclabile

Mappa

 

Ti è piaciuto questo itinerario? 

Hai provato questo itinerario e ne sei rimasto soddisfatto? Ritieni utili le informazioni messe a disposizione?
Allora sostienici con una donazione: sarebbe una forma di riconoscenza attiva e concreta per il lavoro svolto e le spese sostenute.

D'altronde, se ti avessimo accompagnato alla scoperta di un percorso a te sconosciuto, ci avresti offerto almeno un caffè?

 

FAI UNA DONAZIONE

 

Commenti

Nella stessa Area

Rudy Project